| Home | Che cos'è Pax Christi | Chi siamo | don Tonino Bello | Monte Sole | Attività | Appelli/Campagne | Agenda pace | I Link |


Santuario di Santa Maria della Pace del Baraccano

Lungo le mura dei viali, a Porta Santo Stefano, c’è una della chiese più amate dai bolognesi: quella di Santa Maria del Baraccano, dove per tradizione antica gli sposi andavano – e vanno ancora – a prendere la pace coniugale sull’altare dedicato alla Madonna...
La chiesa prende il nome dal barbacane, il torrione di guardia che sorgeva vicino all’ingresso di porta Santo Stefano, e nasce da una piccola edicola che fu costruita nel 1401 a protezione di un dipinto della Madonna che in quel luogo, sui prati a ridosso delle mura cittadine vedeva i popolani radunarsi per trascorrere insieme il poco tempo di svago a disposizione nelle sere di bella stagione: quell’immagine sacra aveva lo scopo di ricordare che quel tempo a disposizione non doveva essere impiegato solo per i canti e le danze…
Intorno al 1420 Giovanni I Bentivoglio fece trasformare l’edicola in una cappella a pianta ottagonale, e circa mezzo secolo dopo venne costruito anche un portico a tre arcate. Già in quel periodo, verso al fine del XV secolo, la chiesa era una delle più ricche e frequentate di Bologna e successivamente, sotto il governo pontificio dopo la cacciata dei Bentivoglio, iniziarono i lavori per la costruzione del nuovo e più grande edificio che in varie fasi dal 1524 alla fine del ‘600 hanno dato alla chiesa la configurazione attuale.
All’interno c’è ancora l’immagine della Madonna della Pace, quella che ha dato origine alla edificazione, ridipinta da Francesco Del Cossa (1435-1477) oltre ad altre opere d’arte che abbelliscono le cappelle laterali: dai bolognesi Prospero Fontana (1512-1597) e sua figlia Lavinia (1552-1614) da Cesare Aretusi (1552-1614) ad Alfonoso Lombardi (1497-1537) e altri, sono stati tanti gli artisti che hanno contribuito a rendere la chiesa un bellissimo museo della devozione mariana. Gli ultimi interventi riguardano il restauro del 1914, a seguito del quale, per cercare di ritornare all’aspetto originale dell’edificio, furono eliminate in parte le tracce degli interventi di epoca barocca e reinseriti elementi in cotto a richiamo del motivo a dentelli posto sopra l’architrave tripartito. Dopo questo ultimo restauro la Chiesa del Baraccano è stata dichiarata Monumento Nazionale

LA MESSA VIENE CELEBRATA TUTTE LE DOMENICHE ALLE ORE 10.30

IN OCCASIONE DELLA VISITA DEL PAPA ALLA CITTÀ DI BOLOGNA, DOMENICA 1 OTTOBRE LA MESSA NON SARÀ CELEBRATA

È attiva la segreteria telefonica del Santuario, al numero 051.392680 potete lasciare il vostro messaggio


quadro della Madonna della Pace

Avvenire 01/06/2014 - Articolo sulla nomina del nuovo rettore e della gestione a Pax Christi del Baraccano

 

| Home | Che cos'è Pax Christi | Chi siamo | don Tonino Bello | Monte Sole | Attività | Appelli/Campagne | Agenda pace | I Link |