Che cos'è Pax Christi

Chi siamo
Monte Sole
Attività
Appelli/Campagne
Veglie di Preghiera
Link

 


Santuario di Santa Maria della Pace del Baraccano

aaa

 
 

PAX NEWS
   
--- ---
   

 

aaa

 

aaa

 

aaa

aaa


a cura di Luigi Pedrazzi

aaa

aaa

aaa

aaa

aaa

 
Campagna F-35
Speciale Genova
Difendiamo la 185/90 dalla
lobby delle armi

aaa

aaa

aaa

aaa

 

 

 


COMUNICATO STAMPA
 

Comunicato stampa di Pax Christi
http://www.paxchristi.it/?p=12045

Nutrire le guerre o alimentare la pace?

No alle nuove bombe nucleari in Italia e in Europa

Il Consiglio Nazionale di Pax Christi, riunito a Firenze il 18-19 giugno, riflettendo sui conflitti armati e sulle violenze diffuse, sulle migrazioni forzate e sui muri europei, ha condiviso pienamente l'osservazione del papa, espressa il 13 giugno scorso “sembra che le armi abbiano acquistato una preponderanza inusitata, in modo tale da accantonare totalmente altre maniere di risolvere le questioni oggetto di contrasto”. Così mentre si moltiplicano gli ostacoli per i piani di sviluppo, le armi “circolano con spavalda e quasi assoluta libertà in tante parti del mondo. E in questo modo a nutrirsi sono le guerre(alla Giunta Esecutiva del Programma Alimentare Mondiale).

Per questo motivo, Pax Christi intende rinnovare il suo impegno nelle campagne e iniziative in corso: No F-35, - attuazione della legge sul commercio delle armi 185/90, - Difesa civile non armata e nonviolenta, - Stop al Trattato commerciale transcontinentale TTIP, - Giubileo del debito, - Forum dell'acqua, - difesa del popolo palestinese, adesione al BDS e al boicottaggio HP, - smilitarizzazione dei cappellani militari, - possibilità di una delegazione in Iraq, - settimana di spiritualità presso la Casa per la pace, - concorso sulla pace nelle scuole e altro. Al Brennero, lo scorso 4 giugno con Pax Christi Austria, c'è stato un appuntamento significativo: "Anche in Europa ponti e non muri". Per i giorni 1-2 luglio è in programma a Firenze un seminario del Centro Studi “L'Europa per la pace” che si aprirà con gli interventi di Luigi Bettazzi e Romando Prodi.

Dopo il Convegno di Prato, lo scorso 11 giugno, Pax Christi promuove l'Appello al governo e al Parlamento italiano, ai consigli comunali e regionali per un grande “No alle bombe nucleari in Italia”, per impedire l'installazione di nuove bombe nucleari B61-12 in violazione del Trattato di non proliferazione nucleare. Aderisce alla marcia Perugia-Assisi del 9 ottobre prossimo evidenziando gli obiettivi del disarmo italiano ed europeo.

Si impegna a diffondere l' Appello alla Chiesa italiana per promuovere la centralità ella nonviolenza evangelica”, firmato il 13 aprile scorso da Pax Christi International e dal Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, attuando i sei punti proposti al fine di sviluppare operativamente l'insegnamento sociale cattolico sulla nonviolenza attiva e creativa.

Firenze, 21 giugno 2016                         -   Pax Christi Italia

per contatti:
Segreteria Nazionale di Pax Christi info@paxchristi.it - 0552020375
don Renato Sacco drenato@tin.it - 348/3035658
http://www.paxchristi.it/?p=7229
 

aaa


RIFLETTORI SU...
 


DIFENDERE I BENI COMUNI E I SERVIZI PUBBLICI LOCALI
L’ITALIA NON SI VENDE

E' stato approvato, in via preliminare, dal Consiglio dei Ministri il Testo unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale, decreto legislativo attuativo dell'art. 19 della L. 124/2015 (Legge Madia). Il decreto, ora all'esame del Consiglio di Stato e della Conferenza Unificata, verrà approvato in via definitiva entro la fine del mese di giugno.

Il Testo unico è un vero e proprio manifesto liberista, la cui finalità è quella di promuovere “la concorrenza, la libertà di stabilimento e la libertà di prestazione di servizi di tutti gli operatori economici interessati alla gestione dei servizi pubblici locali di interesse economico generale”.

Si tratta di un provvedimento che, cinque anni dopo la straordinaria vittoria referendaria sull'acqua e i beni comuni, vuole imporre la privatizzazione di tutti i servizi a rete, dall'acqua all'energia, dai rifiuti al trasporto pubblico locale, espropriando gli enti locali e le comunità territoriali di ogni facoltà nel determinare l'articolazione territoriale dei servizi e le politiche tariffarie.

E perché sia chiaro a tutti come l’anomalia referendaria vada definitivamente consegnata agli archivi, il decreto reintroduce nella composizione della tariffa l’ “adeguatezza della remunerazione del capitale investito”, ovvero i profitti garantiti, nell’esatta dicitura che 26 milioni di cittadini hanno democraticamente abrogato.

Obiettivi dichiarati di questa legge sono la riduzione allo stretto necessario del ruolo del pubblico nella gestione dei servizi e l'incentivazione dei ruolo del privato negli stessi. Invece di interpretare tutta la vasta area dei servizi collettivi come una occasione per lanciare un Piano straordinario per il lavoro, con il quale dare un colpo serio alla disoccupazione e rimettere in moto l’intero sistema economico, si procede con la riduzione progressiva dei servizi ed il passaggio alla logica del mercato.

Con l'alibi della crisi e la trappola artificialmente costruita del debito pubblico, si cerca di portare a termine la spoliazione delle comunità locali, mercificando i beni comuni, privatizzando i servizi pubblici e attaccando i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, con il corollario della perdita di migliaia di posti di lavoro.

Il decreto Madia prova a chiudere il cerchio aperto dalla straordinaria vittoria referendaria del giugno 2011, attaccando esplicitamente la stessa nozione di servizio pubblico locale e prefigurando l'intervento del pubblico come di supporto al mercato. Nella stessa direzione va l'azione parlamentare del PD e della maggioranza sulla legge d'iniziativa popolare promossa nel 2007 dal movimento per l'acqua, avendone stravolto l'impianto generale

e i principi, a partire dalla soppressione dell’articolo 6 che disciplinava i processi di ripubblicizzazione.

Forte di quanto ottenuto con gli attacchi ai diritti del lavoro (Jobs Act), alla scuola pubblica (“Buona Scuola”), alla difesa dell'ambiente e dei territori (“Sblocca Italia”), il governo Renzi, rispondendo a precisi interessi delle grandi lobby finanziarie, tenta l'assalto ai servizi pubblici locali.

L’insieme dei provvedimenti che stiamo subendo corrisponde pertanto alla messa in vendita dell’intero Paese ed alla contemporanea riduzione dello spettro dei diritti civili e sociali. Fermare questo attacco non è una sfida che può raccogliere un solo movimento o una sola organizzazione.

L'ennesima drammatica partita è appena cominciata. A tutte le donne e gli uomini che da anni si battono per l'acqua, per i beni comuni, per i servizi pubblici e per un altro modello sociale il compito di giocarla fino in fondo.

Per questo proponiamo di avviare una grande campagna per il ritiro immediato del decreto Madia, promuovendo assemblee e iniziative in tutti i territori in difesa dei beni comuni, dei servizi pubblici e della gestione partecipativa delle comunità locali.

Non dobbiamo permettere a Madia/Renzi
ciò che abbiamo impedito a Ronchi/Berlusconi.

Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua; USB; Campagna "Stop devastazioni", per i diritti sociali ed

ambientali; Comitato Sì Blocca Inceneritori; Movimento per la scuola pubblica; Osservatorio Popolare sull'Acqua e i Beni Comuni; ARCI; Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI); Centro Internazionale Crocevia; ONG Terra Nuova; Carovana delle Periferie (Roma); Laboratorio Off Topic – Milano; Massa Critica # Decidelacittà – Napoli; Rete Diritto alla Città – Roma; Cinecittà Bene Comune – Libera  - Pro Natura Piemonte – Pro Natura Torino - Pro Natura Novara -  Burchvif Borgolavezzaro - Non bruciamoci il futuro di Rivarolo Canavese – Pro Natura del Vercellese -


(articolo tratto dalla mailing-list del Coordinamento Nord di Pax Christi Italia del 12/06/2016)
 

aaa

NOTE FUORI DAL CORO

aaa

APPELLO CONCLUSIVO DEL CONVEGNO
«IL RUOLO DELLA NATO NELLA GUERRA MONDIALE A PEZZI»
PRATO, 11 GIUGNO 2016

Settant’anni fa, il 6 e il 9 agosto del 1945, avvennero i tremendi bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki. A distanza di tanto tempo, questo tragico evento suscita ancora orrore e repulsione. Esso è diventato il simbolo dello smisurato potere distruttivo dell’uomo quando fa un uso distorto dei progressi della scienza e della tecnica, e costituisce un monito perenne all’umanità, affinché ripudi per sempre la guerra e bandisca le armi nucleari e ogni arma di distruzione di massa.
                                             
Papa Francesco, 9 agosto 2015
>>

aaa

Agire subito per risolvere la situazione dei rifugiati

 

L’appello di ADRA alla comunità internazionale, ai politici, ai media, alle chiese e ai singoli individui.

Notizie Avventiste – In una dichiarazione ufficiale rilasciata oggi, l’agenzia umanitaria avventista, ADRA International, chiede impegno e azione immediata per risolvere la situazione dei rifugiati in Europa e nel mondo. >>

aaa

Fucilati e decimati 1915-18: in discussione al Senato la Legge Scanu

 

Un caso eclatante di decimazione; la rivolta dei fanti della brigata Catanzaro a Santa Maria la Longa (importante base logistica del III Corpo d’Armata) a metà luglio del 1917 fu probabilmente l’episodio più noto e significativo di rifiuto collettivo della guerra verificatosi nell’esercito italiano durante il Grande Massacro. >>

aaa

Cara Pina

Un ricordo di Pina Maisano, la vedova dell’imprenditore Libero Grassi assassinato dalla mafia nel 1991 per essersi ribellato al racket, scomparsa il 7 giugno scorso
>>

 

 

AGENDA PACE
GIUGNO 2016

02/06/2016: L'altro 2 Giugno La Festa della Repubblica che ripudia la guerra
06/06/2016: Presentazione del Libro: "Per una più grande Italia. Il cardinale Pietro Maffi e la prima Guerra mondiale"
07/06/2016: Incontro di preghiera e riflessione sociale: "L'Enciclica «Laudato si»"
07/06/2016: “Palestine for smart people”
09/06/2016: Incontro: "Mons. Giovanni Catti: una vita spesa a costruire azioni e relazioni di pace, ad educare i bambini per renderli degli adulti consapevoli in grado di avere un pensiero critico, e gli adulti per renderli dei bambini capaci di meravigliarsi e di gioire"
09/06/2016: La Famiglia dell'Ordine dei Servi di Maria celebra il GIUBILEO DELLA MISERICORDIA
11/06/2016: Cammino LMC 2015-2016: Essere Missionario e’... custodire il Creato e la Vita degli Impoveriti - Convivenza con il gruppo
12/06/2016: Banchetto di 'Fatto@scampia'
13/06/2016: Incontro: "La Costituzione italiana: capirla al di là dei miti"
17/06/2016: Incontro: "A partire da Monte Sole. Stragi nazifasciste, tra silenzi di Stato e discorso sul presente"
18/06/2016: Convegno Formativo: "Stile di chiesa, stile di servizio"
22/06/2016: Giornata Mondiale del Rifugiato - Incontro Seminariale: "IN FUGA DALLA GUERRA"
23/06/2016: "«Morire di speranza» Preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa"
24/06/2016: Convegno Regionale: "Azzerare gli sprechi: povertà alimentare e nuove risorse"
25/06/2016: Cammino LMC 2015-2016: Essere Missionario e’... custodire il Creato e la Vita degli Impoveriti - Incontro: "Revisione del cammino di gruppo"
30/06/2016: Incontro: "Incontriamo le favelas di Salvador de Bahia"

| Che cos'è Pax Christi | Chi siamo | don Tonino Bello | Monte Sole | Attività | Appelli/Campagne | I Link |